Vale la pena

Il progetto è nato nel 2006 con l’impianto del vigneto (varietà Barbera) all’interno delle mura della Casa Circondariale di Alba (Cuneo). Al progetto è legato un corso di Operatore Agricolo gestito dalla Fondazione Casa di Carità – Arti e Mestieri onlus che fino allo scorso anno si chiamava CFPP . Il finanziamento è della Provincia di Cuneo. Al corso si sono impegnati 15 detenuti mentre altri 4 carcerati (usciti dai corsi precedenti) sono occupati nel lavoro di manutenzione degli spazi verdi, del vigneto, dell’orto interno e della serra. Le uve vengono lavorate e imbottigliate presso l’Istituto Enologico “Umberto I” di Alba con la collaborazione degli studenti.

Vino Vale la pena

Si tratta di un rosso da tavola, 13°, dal colore rosso rubino e sfumature violacee, fruttato dal sentore di frutti di bosco; sapore morbido e giusta consistenza tanica, adatto per primi e carni bianche.
La vocazione delle Langhe e del Roero alla viticultura suggella un prodotto simbolo del legame tra carcere e territorio.

Prezzo: 5 € (75 cl)